13 luglio 2010

Tozzi - Con gli occhi chiusi

Un romanzo di formazione, ambientato nella provincia senese, che è lontano da descrizioni dannunziane, opalescenti e fugaci, della società borghese dell'Italia del primo novecento. L'amore di Pietro Rosi, il protagonista adolescente, senza ragione, a occhi chiusi appunto, alla fine si ritroverà a fare i conti tra il suo amore genuino, fedele, incondizionato e tra l'egoismo, l'opportunismo, la lussuria di Ghìsola, compagna di giochi e amante opportunista. Le attese, le speranze di Pietro alla fine saranno tradite dalla vita, dalla sua grovigliosa caoticità. Ne viene fuori un pessimismo profondo, naturale, che non dipende solo dalla condizione sociale dei protagonisti (anzi forse questa ne è un riflesso), ma dall'inettitudine dell'uomo moderno.



Federigo Tozzi, Con gli occhi chiusi - Einaudi


Nessun commento: