7 novembre 2010

Signore e signori, buonanotte, aa. vv., 1976



È assolutamente evidente che l’arte del cinema si ispira alla vita,
mentre la vita si ispira alla TV.Woody Allen
La TV come specchio dell’Italia. È lo spunto iniziale di questo singolarissimo film a dieci mani girato da (in ordine alfabetico): Luigi Comencini, Nanni Loy, Luigi Magni, Mario Monicelli, ed Ettore Scola.

Il «Signore e signori, buonanotte» evocato dal titolo è la frase che ogni notte decretava la fine delle trasmissioni RAI. Come se la macchina da presa fosse fissa sullo schermo televisivo e riprendesse un’intera giornata di programmazione TV, sfilano via via i corti che i registi che hanno partecipato al progetto hanno girato. Magni col suo Il santo soglio, sorta di sceneggiato televisivo (molto in voga in quegli anni), Comencini con L’ispettore Tuttunpezzo… per la TV dei ragazzi, ecc.


Il video che vi proponiamo è uno degli episodi girati da Ettore Scola all’interno di quello che, nel film, è l’approfondimento del TG3. Marcello Mastroianni interpreta il giornalista-conduttore di un dibattito sulla città di Napoli…


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...