16 maggio 2010

I sogni di un visionario spiegati coi sogni della metafisica - Immanuel Kant (Saggio - 1776)





Perciò io non disapprovo il lettore se, invece di considerare i visionari come semi cittadini dell'altro mondo, li ritiene senz'altro e per davvero candidati al manicomio e si dispensa così da ogni ulteriore ricerca
Nelle risposte alle opere e alle storie dello svedese Emanuel Swedenborg - capace, a suo dire, di comunicare con le anime dei morti - il filosofo di Konigsberg anticipa sommariamente, ma già piuttosto categoricamente, molte delle intuizioni delle future e rivoluzionarie "Critiche".

Testo antimetafisico, con quel pizzico d'ironia tipico dell'Illuminismo francese, cerca di mostrare, direi a ragione, quanto incapace sia la natura dell'uomo di conoscere lo spirito e tutto quel mondo indefinito e vagheggiato che lo circonda. Kant inizia così a porre i primi paletti ai limiti della ragione umana che poi saranno saldati definitivamente nella futura "Dialettica". Però, come in verità nelle opere maggiori, sembra che il filosofo, nello scoccare i colpi di fioretto nel duello contro l'oscurantismo, non abbia un polso fermo e deciso. E' quasi impaurito di ferire a morte; di scrivere che persino il Dio delle religioni è puro spirito... Non è un caso che in questo volumetto, dopo un accenno frettoloso, il problema non sia nemmeno abbozzato...

Il pamphlet è facile da leggere, ha una struttura e una forma non accademiche, scorrevole e scevro da tediosi scolasticismi. A tratti diverte, a tratti annoia, ma è breve e non è eccessivamente greve. Sebbene non sia mai citato, è innegabile la forte presenza di David Hume, il filosofo scozzese che svegliò Kant "dal sonno dogmatico".

In questa edizione (BUR, 2001), l'ampio e ben articolato saggio introduttivo di Guido Morpurgo - Tagliabue, se si conosce almeno manualisticamente il pensiero kantiano, è da leggere anche per le piccole curiosità sulla vita del pensatore tedesco che compì la rivoluzione copernicana in filosofia.

Le foto e i post, se non diversamente specificato, sono state realizzate da Salvatore Calafiore e si possono trovare, insieme ad altro, su: http://salvokalat.blogspot.com/


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...