1 marzo 2010

Se Philip Roth si sconfessa

Un piccolo giallo tutto italiano ruota attorno alla figura del grande scrittore americano Philip Roth, quella di un'intervista fantasma rilasciata al quotidiano «Libero» alcune settimane fa. In quell'intervista lo scrittore  noto per romanzi come Pastorale Americana e il Lamento di Portnoy, avrebbe dichiarato di sentirsi profondamente deluso dal presidente Obama.


Poco tempo dopo sul «Venerdì di Repubblica» appare un'altra intervista dove si torna sull'argomento, citando la dichirazione fatta a «Libero». Sconfessando quanto "presumibilmente" aveva affermato, lo scrittore ha detto di non aver mai fatto quell'intervista. Infatti cercando tra le pagine online di «Libero» l'intevista non appare. Tuttavia sul blog di Alberto Cane è apparso sia il presunto nome dell'intervistatore Tommaso Debenedetti, che la copia rimossa dell'articolo. Sarà anche questo uno dei tanti misteri italiani?

Nessun commento: