Visualizzazione post con etichetta Scienza e tecnologia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Scienza e tecnologia. Mostra tutti i post

3 luglio 2018

Rischiamo un pesante bavaglio alla rete ma nessuno se ne cura


Da stamane la versione italiana di Wikipedia è volutamente inaccessibile. L’oggetto del contendere è la nuova legge europea sul copyright che prevede dei meccanismi atti a limitare la libera circolazione dei contenuti nel web. Si vogliono infatti tassare quei link inseriti su una pagina per remunerare gli editori ufficiali. Inoltre si prevede un ferreo controllo da parte dei gestori di piattaforme sul copyright. L’aspetto critico di queste norme è la limitazione della libertà di informazione su internet in quanto per postare un link ad un quotidiano si potrebbe persino dover pagare una tassa! Ma non solo, se si carica un video o un’immagine sospettata di violare il copyright questa dovrà essere cancellata, ma a fare questo lavoro dovranno essere le stesse piattaforme web. In pratica un modo per agevolare i colossi e mettere in difficoltà le società più piccole.

14 marzo 2018

Le scommesse (perdute) di Hawking

Stephen Hawking

Riproponiamo oggi un vecchio post su Stephen Hawking morto oggi all'età di 76 anni.

Lo scienziato inglese Stephen Hawking oltre ad essere uno degli astrofisici più famosi al mondo è una vera autorità nel campo della cosmologia. Oltre a ricoprire la stessa cattedra di Newton a Cambridge ha intrapreso molti studi sui buchi neri. Un aspetto particolare del suo carattere è quello di avanzare continue scommesse con i suoi amici e collaboratori.


19 ottobre 2017

Il mistero dell'antimateria


L'esistenza dell'antimateria oggi è un problema, anzi un mistero, perché non se ne comprende ancora buona parte delle ragioni che accompagnano la sua esistenza e la sua provenienza. Questo mistero riguarda l'asimmetria tra materia e antimateria, ossia la domanda sul perché nell'universo si rileva un'abbondanza di materia mentre l'antimateria scarseggia.


11 settembre 2017

La crisi della scienza contemporanea

crisi riproducibilità scientifica

Voglio condividere con voi uno spunto molto interessante in merito alla cosiddetta crisi della scienza. Per quanto l'argomento sia sostanzialmente appannaggio degli scienziati e molto meno del grande pubblico, è necessario raccontare l'esistenza di una vera e propria crisi. Questo aspetto è divenuto evidente già da qualche anno, ma si fa fatica a parlarne forse perché mina dalle basi il fondamento stesso della scienza galileiana: ogni fenomeno per essere convalidato deve essere riproducibile.

12 agosto 2017

Quanto è difficile proteggere la libertà di espressione


Negli ultimi anni mi sono spesso interrogato sui rischi potenziali che una webzine come la nostra può avere pubblicando articoli; di certo non un articolo su un pittore o uno scrittore, ma magari una critica più pungente su un argomento controverso potrebbe farci inserire nella lista dei siti di fake news. È ciò che è successo ad alcuni blog di cosiddetta controinformazione per cui il programma di pubblicità Google Ad Sense è stato bloccato e il sito dichiarato “inattendibile”.
Le ragioni in merito a ciò sono vaste e di certo non intendiamo discutere in merito al sovravanzare di questo processo. Inoltre il nostro non è un sito di controinformazione, ma semmai un sito che si pone dei dubbi in alcuni casi e cerca di non limitare la verità solo alle convenzioni. Tuttavia è noto il fatto che, proprio come indicato in un mio articolo di qualche anno fa, il trend della libertà di stampa nel mondo nonché in Italia, non è in decrescita. Per nostra fortuna l’Italia non è la Turchia dove: giornalisti, magistrati e insegnanti vengono imprigionati sull’onda emotiva del tentato golpe di un anno fa, da noi a parte il rischio di una querela, si può solo venire ostracizzati dal sistema dei media. Ma è interessante immaginare quanto possa essere difficile oggi, per un giornalista scomodo, proteggere i propri dati a causa del controllo globale dei governi. 

20 giugno 2017

Quel che si cela in una piazza


Qualche mese fa visitando Licata, in provincia di Agrigento, mi sono imbattuto in un'opera apposta nella centralissima piazza Sant'Angelo. La piazza era stata ristrutturata da poco tempo e la rappresentazione quindi era recente, aggiunta con l'intento di trasmettere un significato.
L'opera è formata da due quadrati sovrapposti (4+4) a formare una stella a otto punte, circondata da un cerchio su cui sono incisi i quattro elementi fondamentali: aria (aer), acqua (aqua), fuoco (ignis) e terra (terra). Oltre ad essi vi erano altri quattro elementi: siccità (siccitas), umidità (humiditas), calore (calidas), freddo (frigiditas). Personalmente conoscevo solo i primi quattro elementi, mentre degli altri quattro seppur intuibili non comprendevo la ragione per cui fossero associati ai primi. 


20 aprile 2017

Se Rovelli sconfessa l’intuizione e nel contempo anche se stesso

 
Ho appena terminato di leggere il best seller di Carlo Rovelli Sette brevi lezioni di fisica. Un bel libro, anche se personalmente lo trovo un po' troppo sbrigativo. Tuttavia non ho nulla da eccepire in merito alla bravura dell'autore di parlare di fisica e meccanica quantistica attraverso parole semplici, ma soprattutto molto chiare.

Al suo interno però ho trovato una citazione che non condivido affatto: 

7 febbraio 2017

Intervista a Marie-Louise von Franz

Per il suo carattere femminile la sapienza è maggiormente legata al sentimento: elemento, questo, da considerare anche nella teoria junghiana della sincronicità, poiché la costatazione del senso non è solo un processo cognitivo del pensiero, ma qualcosa che tocca anche il sentimento.
Il nome di Marie-Louise von Franz ai più non rievoca nulla, poiché la sua enorme statura è stata sempre adombrata dall'onnipresente figura di Jung. Eppure da allieva del grande maestro, il suo contributo fu davvero importante per approfondire tutte le teorie psicanalitiche legate all'alchimia e ai sogni.

29 gennaio 2017

La fisica quantistica e i miracoli




Bisogna ammetterlo il titolo è un po' troppo pretenzioso, ma i contenuti di questa conferenza sono davvero illuminanti. Il relatore Pier Giorgio Caselli, poi, è molto abile nel trasmettere con parole semplici dei concetti ostici per un pubblico profano.

3 novembre 2016

Numerologia del 9

9
Vi è certamente un ordine delle cose tramite la geometria. Questo ordine ci permette di percepire perfezione e armonia senza saperne il perché; un po' come nelle costruzioni architettoniche che nel rispettare la regola aurea trasmettono equilibrio. Tale sembra essere il segreto della geometria, che non a caso ha affascinato Platone, il cui legame numerico tra rapporti e grandezze costituiva anche il misticismo pitagorico.

18 febbraio 2016

Il suono delle onde gravitazionali

onde gravitazionali
L’11 febbraio, come saprete è stata annunciata la scoperta delle onde gravitazionali, di cui si continua, giustamente, a discutere. La scoperta è avvenuta grazie a un’innovativa strumentazione presente sulla terra che misura le infinitesime distorsioni della lunghezza di un tubo a L. E’ grazie ad un raggio laser che si è rivelata questa anomalia, riscontrata dalla strumentazione e poi analizzata a dovere.

4 agosto 2015

Il meglio della fisica del Novecento in una foto

Conferenza Solvay 1927

Nel 1911 l’industriale belga Ernst Solvay fondò ciò che ancora oggi è conosciuto come il Congresso Solvay. Si tratta di congressi a cadenza triennale dove ci si confronta su temi quali la fisica e la chimica.

Particolarmente interessante è la foto di gruppo del quinto congresso Solvay del 1927 dal tema Elettroni e protoni. Allora la meccanica quantistica iniziava a prendere piede e i dibattiti legati ai comportamenti della materia a livello quantico aprivano diatribe ancora oggi non del tutto risolte. In quella foto di gruppo spiccava una concentrazione di scienziati notevole, soprattutto se immaginati tutti assieme.

26 luglio 2015

Il Global Consciousness Project e il terremoto del Nepal

Terremoto del Nepal

Poco tempo fa ho raccontato, in un lungo articolo, la mia esperienza durante il terremoto del Nepal. Nell’articolo mi soffermavo sulla descrizione delle sensazioni ma anche su un vistoso caso di sincronicità. Questo aspetto si unisce ad un personale approfondimento dei fenomeni che riguardano certi fenomeni controversi della fisica.

2 luglio 2015

Il concetto di risonanza


Il concetto di risonanza in fisica quantistica apre molti interrogativi che prendono spunto dal concetto stesso (in termini fisici) sino al comportamento umano. Il relatore di questa illuminante conferenza è Emilio Del Giudice un fisico italiano scomparso l'anno scorso che ha condotto una serie di studi pioneristici sulle particelle di alta energia prima, sulla cosiddetta memoria dell'acqua, passando anche dalla fusione fredda. Molti di questi argomenti sono criticati in ambito scientifico se non considerati dei veri e propri tabù. Tuttavia Del Giudice li ha saputi esporre nelle sue conferenze mantenendo una chiarezza e un'ottima capacità divulgativa.

26 settembre 2014

Niente più segreti

Persinger

Avevo già parlato di Michael Persinger in un vecchio post intitolato Il casco di Dio. Lo scienziato in questa interessantissima conferenza parla, in termini strettamente scientifici, del fenomeno della visione a distanza e della possibilità di leggere nel pensiero. Queste facoltà rientrano in genere nel campo del cosiddetto paranormale, ma dalle parole dello scienziato tutto sembra prendere una forma diversa, molto più concreta.


11 maggio 2014

Intervista a Jung


Nel 1959 lo psicoanalista Carl Gustav Jung concesse una lunga intervista con il giornalista John Freeman per la BBC. L'intervista fu fatta in Svizzera presso la sua abitazione. La bellezza di questo vecchio filmato consiste sopratutto nell’onestà con cui vengono affrontati molti argomenti personali di Jung. La famiglia, l’infanzia, la scuola, l'incontro con Sigmund Freud e molto altro.


11 marzo 2014

I tabù della scienza


Per quanto possa apparire paradossale anche in ambito scientifico esistono dei tabù difficili da scardinare, cioè schemi mentali molto simili a quelli che Galileo aveva incontrato quando aveva mostrato al telescopio l'esistenza delle lune di Giove ai cardinali e agli accademici. Certamente non è più tempo per abiure e condanne, ma per censure e estromissioni sì.

25 novembre 2013

La terra vista dalla ISS



Una foto dell'Italia scattata da Luca Parmitano. Da notare il temporale sull'Adriatico
e le Pleiadi sorgere oltre la Puglia

E’ terminata solo da alcuni giorni la missione spaziale dell’astronauta italiano Luca Parmitano. Una missione che personalmente ho seguito via Facebook attraverso i commenti e le immagini dell’astronauta. Ero curioso di sapere ciò che vedeva e faceva Parmitano… Una sera ho persino scorto il passaggio della ISS sopra i cieli della mia città, vivendo quel momento come il punto di vista diverso d’un evento collettivo. Quando il puntino luminoso tramontava, la Stazione Orbitante era già sopra i cieli della Turchia.
Ciò che accomuna questi elementi ha una radice unica: da piccolo volevo fare l’astronauta, mi affascinava lo spazio ma sopratutto l’idea di viaggiare in orbita e dalle immagini di Parmitano ho in parte percepito quelle sensazioni per me irrealizzabili.

20 maggio 2013

Giacomo Rizzolatti spiega i neuroni specchio

 
Giacomo Rizzolatti è uno scienziato italiano famoso nel mondo per aver scoperto, assieme alla sua equipe, i neuroni specchio. La loro scoperta è stata fondamentale per capire qualcosa di più dei meccanismi neuronali, ma soprattutto per confermare scientificamente l'esistenza di uno dei sentimenti più umani, l'empatia.

1 maggio 2013

Dal micro al macro: un viaggio virtuale



Avete un'idea delle differenze tra le scale atomiche e quelle dell'universo? In linea di massima si. Sappiamo un po' tutti che una galassia ha dimensioni di decine di anni luce e che gli atomi sono strutture estremamente piccole. Questo è noto a tutti. Ma grazie a questo sito che vi proponiamo il raffronto tra le dimensioni dei due mondi appare come un viaggio.